• Email: comitato@badiapassignano.com
  • Chiamaci: (+39) 055.8074006
La Chiesa
LA CHIESA
Chiesa di S. Michele Arcangelo

Chiesa a croce latina, completata nel sec. XVI, composta da 3 cappelle affrescate rispettivamente da Domenico Cresti "il Passignano" (cappella centrale dedicata a san Michele), da Alessandro Allori (cappella di san Giovanni Gualberto, a sinistra) e da Benedetto Veli (cappella a destra, dedicata alla Vergine e ai santi Sebastiano e Atto).
Il coro monastico risale al 1549 ed è opera del monaco vallombrosano Michele Confetto: di pregio sono le cariatidi e le formelle che decorano gli stalli.

Nel XVI secolo l’abbazia, in cui insegnò anche Galileo Galilei, già aspirante e novizio a Vallombrosa, fu sede di una scuola di lingue orientali, scienze e matematica; ne sono attestazioni le iscrizioni in greco e in ebraico poste sul fregio superiore del coro: si tratta di inviti alla lode di Dio tratti da salmi biblici.
Nella sala capitolare che si affaccia sul chiostro, oltre a tre affreschi di Filippo Filippelli, si trova un artistico crocifisso ligneo del XV di scuola michelangiolesca.

ORARIO SANTE MESSE
• Giorni feriali: ore 17:00 (18:00 ora legale)
• Domenica e festivi: ore 8:00 - ore 11:00

APERTURA DELLA CHIESA DI S. MICHELE
• Mattina: ore 10:00 / 12:30
• Pomeriggio: ore 15:00 / 17:00 (18:00 ora legale)
• Chiusura settimanale: Martedì

VISITE GUIDATE ALLA CHIESA ED AL MONASTERO (su prenotazione)
• Giorni feriali (ora solare): ore 10:00 - 10:45 - 11:30 - 15:00 - 16:00
• Giorni feriali (ora legale): ore 10:00 - 10:45 - 11:30 - 15:00 - 15:45 - 16:30
• Domenica e festivi (ora solare): ore 15:00 - 16:00 - 16:30
• Domenica e festivi (ora legale): ore 15:00 - 15:45 - 16:30 - 17:00
• Chiusura settimanale: Martedì

I gruppi (minimo 6 persone) iniziano la visita con questo itinerario: Chiesa - Sala del Capitolo - Chiostro - Refettorio o Cenacolo - Cucina monumentale - Giardino.
I gruppi sono pregati di rimanere uniti dall'inizio alla fine della visita, che dura al massimo 60 minuti.
Preghiamo i visitatori di rispettare la sacralità del luogo: un monastero in cui vive una comunità di Monaci Vallombrosani che nel silenzio si dedicano, secondo la Regola Benedettina, alla preghiera e al lavoro.

Le visite si prenotano ai seguenti numeri telefonici, oppure suonando il campanello dell'Abbazia: